La solitudine degli amanti un libro giallo di Fabio Mazzeo

Il Romanzo

Il Romanzo

Gli scorci della Città Eterna nascondono segreti inconfessabili: il cadavere di un’artista cinquantenne, sposata con uno degli avvocati più in vista di Roma, viene ritrovato a Piazza delle Muse. La donna sembra contemplare il panorama, seduta in una poltrona di vimini, ma in realtà è morta. Il suo braccio è segnato da uno squarcio, all’anulare porta una vera di diamanti. Tra i suoi effetti personali nasconde dei foglietti bianchi che riportano, scritti con inchiostro verde, i versi della canzone L’amante, di Ivano Fossati.

Sono gli stessi elementi che accomunano un altro efferato femminicidio, avvenuto 17 mesi prima e rimasto senza un colpevole.

Tra i paesaggi intensi e implacabili di Roma due personaggi puntano a far luce sulle vicende: l’ispettore di Polizia Andrea Giannini, colpito dalla macchina del fango in seguito a una presunta relazione con la moglie di un malavitoso, tenta di fuggire dai fantasmi di un amore finito tragicamente, annegando il suo dolore nella musica. Il magistrato Lilliana Cannata, trovatasi sola nella città dove male e bene si confondono, è decisa ad arrivare alla verità giudiziaria a ogni costo. Davanti a loro si compone un quadro complesso, dipinto con tinte al contempo dolci e terribili.

Seguici su Instagram